Skip to main content

Die Regine Sixt Kinderhilfe Stiftung unterstützt nach den Nothilfe-Maßnahmen in 2015 nun den Bau eines Bungamati Family House für Erdbeben-Waisenkinder in Nepal.

Nei mesi di aprile e maggio 2015, a Kathmandu e nelle valli circostanti, si sono verificati diversi gravi terremoti, con il terremoto più forte a circa 80 chilometri da Kathmandu, che il 25 aprile ha raggiunto un picco di 7,8 sulla scala della magnitudo di slancio (Mw). Più di 8.000 persone sono morte e più di 22.000 sono rimaste ferite tra le frane e i crolli delle case. E' la più grande catastrofe nella storia del Nepal finora.

Terremoti gravi non sono rari nella regione, come la cosiddetta piastra Indo-Australiana si sta lentamente muovendo verso la piastra eurasiatica per milioni di anni,"accumularsi" in Himalaya, tra gli altri, e scaricandosi in improvvisi picchi di terremoto come l' ultimo nella primavera del 2015.

Subito dopo l' inizio dei terremoti, la Regine Sixt Children's Relief Foundation e il Malteser Hilfsdienst hanno organizzato coperte e tende per la regione sinistrata. Oltre alle misure di soccorso d' emergenza, la Fondazione per l'assistenza ai bambini Regine Sixt è particolarmente attiva in altri tre settori fondamentali: istruzione, assistenza sociale e salute. Gli effetti del terremoto del secolo sono stati particolarmente gravi anche nella città di Bungamati, dove la Fondazione Regine Sixt Children's Aid sta organizzando un' assistenza sostenibile.

Così, in collaborazione con il Console Onorario Generale del Nepal, Ann-Katrin Bauknecht, e l' organizzazione umanitaria nepalese MAITI Nepal, è stato creato il progetto Family House a Bungamati, a circa otto chilometri da Kathmandu. In futuro, gli orfani riceveranno cure e istruzione scolastica complete.


(copy 1061)

La costruzione della Casa Famiglia Bungamati presso la Scuola Cooperativa Tri Ratna - per gli orfani, che riceveranno cure e istruzione complete - è iniziata nel novembre 2015, si trova nell' area rurale del distretto di Lalitpur, a circa otto chilometri dalla capitale Kathmandu e si trova nel centro del villaggio di Bungamati. La casa di famiglia può ospitare fino a dieci bambini e volontari. Nell' edificio sono previste camere separate per ragazzi e ragazze. E' particolarmente importante offrire alle ragazze una casa sicura. Tutte le ragazze, indipendentemente dalla loro età, sono state in grande pericolo dal terremoto in Nepal. Sono stati rapiti dai trafficanti di bambine e costretti alla prostituzione o venduti per lavoro minorile in India.

(copy 1062)

Attualmente, ogni giorno lavorano al progetto da cinque a dieci lavoratori, supportati da aiutanti tedeschi come due studenti tedeschi. E' certo che sono urgentemente necessarie donazioni aggiuntive per completare la costruzione il più rapidamente possibile e dare ai bambini una casa protetta, sicura e riparata al più presto possibile.