Skip to main content

Regine Sixt Children's Aid sostiene la creazione di un' unità Stoke presso l' ospedale pediatrico Hauner di Monaco di Baviera in collaborazione con la German Stroke Foundation.

Da 300 a 500 bambini e adolescenti in Germania soffrono di ictus ogni anno, un terzo dei quali già nel grembo materno o durante il parto.  Per i genitori, questa diagnosi è uno shock, perché il tema del ictus infantile <strong> è ancora poco conosciuto</strong>. Le famiglie colpite sono disperatamente alla ricerca di aiuto. I medici sono spesso insospettabili.


Due terzi dei bambini soffrono di gravi conseguenze neurologiche come emiplegia, disturbi del linguaggio o crisi epilettiche, ansia/depressione, stanchezza cronica e anomalie comportamentali. Solo il 20-30% degli ictus infantili viene diagnosticato entro 6 ore, cosicché il 70-80% dei bambini infetti subisce ritardi nella diagnosi e nella terapia.<br /> La diagnosi rapida e la progettazione adeguata della terapia sono essenziali per l' esito e la prognosi del trattamento.

Il Dr. von Haunersche Kinderspital di Monaco di Baviera lavora intensamente sul tema dell' ictus infantile da circa tre anni e mezzo. Durante questo periodo sono state create nuove strutture e è stato creato il primo reparto infantili. Nell' unità di terapia intensiva pediatrica ci sono sempre due letti per bambini con sospetto ictus.

Regine Sixt Kinderhilfe sostiene la Stiftung Deutsche Schlaganfall-Hilfe (Fondazione tedesca per l' aiuto all' ictus) finanziando il Centro per l' ictus pediatrico del Dr. von Haunersche Kinderspital per l' assistenza acuta e l' assistenza a lungo termine ai piccoli pazienti colpiti da un ictus acuto o che devono far fronte alle conseguenze a lungo termine. Ciò ha permesso la creazione di un centro di ricerca, di uno studio medico in neurologia pediatrica e l' acquisto di attrezzature mediche.